I Miti e il Territorio

nella Sicilia dalle mille Culture

L'ESPRESSIONE DELLA BELLEZZA | Connubio tra passato e presente nell'arte figurativa

La rassegna che vorremmo allestire nella splendida cornice del Complesso Monumentale di Palazzo Fici di Marsala (23 aprile – 5 maggio 2019) costituirà la quarta tappa itinerante di un percorso espositivo iniziato nel 2015 nel castello Normanno-Svevo di Salemi, la cui mostra curata da Franco Paliaga e diretta dall’Associazione Fiera Franca Ss. Salvatore nella figura di Andrea Maggio.

La Mostra si fonde in un’atmosfera magica che sarà un modo estremamente originale e sapiente di guardare al passato, di nutrirsi di quell’arte e cogliere gli stimoli attualissimi, con la testa al futuro.

Il connubio tra arte antica e contemporanea in un’esposizione d’arte non è molto frequente nelle Mostre di oggi, che solitamente si concentrano su un settore. Tale interessante particolarità caratterizza la nostra missione nella figura del direttore artistico Andrea Maggio e del curatore Franco Paliaga.

L’impossibile dialogo tra arte antica e contemporanea non è poi così impossibile. È ciò che emerge dall’ambiziosa mostra L’evoluzione del Caravaggismo nell’arte contemporanea allestita lo scorso marzo nella Chiesa San Pietro (FEC) di Marsala. La rassegna, che nasceva dalla collaborazione con l’Associazione Lab_04 di Marsala, ha voluto dare maggiore spazio al dialogo tra capolavori del passato, con opere realizzate da artisti contemporanei dotati di specchiata tecnica e grande levatura artistica, amanti delle luci e delle atmosfere caravaggesche.

In questa nuova esposizione, intitolata L'espressione della bellezza. Connubio tra passato e presente nell'arte figurativa, si vorrà mostrare come l’arte contemporanea sia in grado di interfacciarsi con i capolavori antichi di collezionisti privati. In Italia, prosegue il Curatore, “vi è ancora una grande insensibilità nei confronti dell’arte contemporanea ed è per questa ragione che abbiamo avvertito l’esigenza di lanciare un messaggio forte attraverso questa Mostra”.

L’esposizione si compone di capolavori appartenenti a diversi artisti contemporanei, di elevato spessore artistico, che sembrano interfacciarsi agevolmente con le opere di grandi maestri come Guido Reni, Carlo Dolci, e altri.

Fra i temi esplorati, spicca quello dell’espressione della bellezza nell’arte figurativa, elemento predominante della rassegna. Ne è espressione rappresentativa la video installazione “mine experience”, che comunica in modo sublime l’anacronismo di due periodi storici ben distinti ma si fa portavoce del medesimo messaggio: un dialogo tra passato e presente che trova spazio nella società contemporanea.

La cifra stilistica che si coglie è questa dialettica continua tra la bellezza manieristica tramandata dai grandi maestri e le tecniche moderne delle Arti visive di artisti contemporanei proiettati nella continua innovazione. Un emozionante coinvolgimento dello spettatore attraverso un percorso plurisensoriale e surrealistico.


Guido Reni & Aiuti "Suicidio di Lucrezia"
Felice Brusasorzi "Madonna col Bambino e i Ss. Elisabetta e Giovannino"
Pittore Italo-fiammingo del XVII sec "Maddalena"
Att. a Denys Calvaert "Crocifisso"
Att. a Liberale Da Verona "Madonna con il Bambino"
Orazio De Ferrari "S. Antonio da Padova e il miracolo ..."
Michelangelo della Morte "Dormenda", 2016
Loredana Meo "Gocce di memoria"
Franco Cesternino "Giulietta", 2016
Roberto Bovi "Il cappotto nuovo"
Alfonso Rizzo "San Sebastiano"
Alfonso Rizzo "Autoritratto"
Alessandro Serra "Salirò all’Altare", 2018
Filippo Leto "Trichelia", 2012
Att. a Giulio Cesare Procaccini "Annunciazione"
Carlo Dolci "Martirio di Sant'Andrea"
Michelangelo della Morte "Sidereus Namcius", 2015
Francesco De Grandi "Foresta illibata", 2015
Franco Cesternino "Infinity", 2015
Roberto Bovi "Adele Bloch Bauer"
Alfonso Rizzo "L’androfobia di Proserpina"
Alessandro Serra "La Sacra Famiglia", 2018
Matteo Internicola "Preludio", 2018 - [Premio Kalos 2018]
Emanuele Lisciandrello "Vuoto etereo"
Gerard Douffet "Resurrezione di Lazzaro"
Simone Pignoni "Salomè"
Michelangelo della Morte "Al risveglio"
Francesco De Grandi "Le notti di Eva", 2015
Franco Cesternino "Sospiro", 2016
Roberto Bovi "Senza trucchi", 2017
Alfonso Rizzo "Piano del pianto"
Alessandro Serra "Natività", 2018
Matteo Internicola "Dolor Matris", 2019
Emanuele Lisciandrello "To the Bones", [Polittico]; 38.000 A.C.
Pittore caravaggesco XVII sec "San Giovanni Battista del deserto"
Michelangelo della Morte "Angelo invenduto", 2016
Loredana Meo "Pensieri Impergetti"
Franco Cesternino "Tepore", 2016
Roberto Bovi "Qualcuno mi renda l’anima"
Roberto Bovi "Nudo"
Alfonso Rizzo "L’inganno"
Alessandro Serra "L’annunciazione", 2017
Filippo Leto "Pietà velata"